BANNER MAGNESIO

Diversamente dalle leghe di alluminio, il problema dell’erosione e della metallizzazione dello stampo è di secondaria importanza nel caso della pressocolata del Magnesio. In questo caso le problematiche principali derivano dall’elevata velocità di raffreddamento della lega che può causare una prematura solidificazione durante il riempimento e quindi la formazione di difetti di riempimento. Tipicamente i getti in lega di Magnesio sono colati con velocità all’attacco di colata molto elevate che comportano flussi molto turbolenti che necessitano di essere modellati correttamente.

A queste velocità il fronte di avanzamento del metallo non si presenta compatto ma è costituito da un’infinità di piccolo gocce di liquido e bollicine di aria. Il materiale che riempie lo stampo non è quindi lega pulita ma un’emulsione di metallo ed aria che ha proprietà (viscosità, densità) differenti dal solo metallo. Dai software di simulazione ci si aspetta un aiuto nel trovare soluzioni che consentano di ridurre l’intrappolamento di aria nello stampo. Ciononostante, nella maggior parte dei software commerciali, l’aria non è oggetto della simulazione ma è semplicemente “lo spazio non riempito dal metallo” e l’effetto dell’interazione tra aria e metallo non è preso assolutamente in considerazione: in questi software, detti “single phase”, ogni cella della mesh può essere riempita da metallo oppure da aria e dunque non si può tener conto del fatto che aria e metallo si possono miscelare su una scala di dimensioni inferiore a quella della mesh stessa. L’accuratezza nella previsione dell’intrappolamento dell’aria è quindi limitata dalla definizione (raffinamento) della mesh, il fronte di avanzamento è considerato compatto e non può essere preso in considerazione l’effetto di spray che avviene durante il riempimento.

Dato che il Magnesio solidifica molto più velocemente dell’Alluminio, un fattore molto importante al fine di ottenere risultati realistici, è considerare in maniera estremamente accurata le caratteristiche fluidodinamiche della lega di Magnesio tenendo in considerazione un’eventuale inizio di solidificazione durante la seconda fase consentendo la previsione di problematiche di riempimento specialmente in getti a parete sottile o particolarmente estesi.

Caratteristiche Principali

-Modellatore solido / superficiale integrato

-Preparazione del modello e dei parametri del processo in pochi minuti

-Calcolo multi-processore libero

-Simulazione bi-fasica: polverizzazione del metallo, effetto spray sul fronte di flusso e micro porosità da gas

-Calcolo con sistemi evacuazione aria attivi e passivi

-Suggerimenti pratici di fonderia

Scopri la soluzione piu’ adatta a te:

-Approccio ibrido alla mesh > read more

-Ottimizzazione di processo > read more

-Simulazione rapida dei canali di colata > read more

-Simulazione ed analisi del riempimento e della solidificazione > read more

Hardware suggerito

CPU: Processor Intel® Xeon® E5-2609 v2 (quad-core HT, 2,5 GHz, 10 MB) RAM: 16 Gb DDR3 with ECC RDIMM a 1866MHz Graphic card: NVIDIA® Quadro® K2000 2 GB or similar (alternatively: NVidia GeForce GTX 670) HDD: 1TB 3.5inch (7200 RPM) SATA / Alternatively: 1 SSD da 128 Gb (OS + Programs) + HDD SATA 1Gb (Data)